Liquori

Attualmente è possibile reperire una gran varietà di liquori, ma non è sempre stato così.
Le bevande alcoliche hanno un’origine molto antica: alcune leggende dicono addirittura che la pianta proibita del Paradiso terrestre non fosse affatto un melo, ma una vite. Questo sta a significare la consapevolezza che l’usanza di distillare liquori da diversi ingredienti (grano, uva, mele, riso) si può far risalire ad epoche davvero molto remote.
I liquori in generale infatti molto probabilmente venivano prodotti e consumati già parecchi millenni prima della nascita di Cristo. I Babilonesi, già nel 2700 a.C., adoravano una dea del vino; in India si produceva la Sura, una bibita alcolica ottenuta dal riso, e in Cina pare che esistessero bevande alcoliche già nel 7000 a.C.
Ciò che è documentata con certezza è la conoscenza del vino e della birra nella civiltà egizia e in tutte le altre civiltà che coltivavano cereali: si pensa addirittura che possa essere stato il desiderio di avere più materia prima per distillare la birra ad indurre popolazioni nomadi e diventare stanziali e a dedicarsi all’agricoltura.

L’alcool aveva alle sue origini un utilizzo per lo più medico ed igienico, tanto che una tra le prime denominazioni che è stata data a queste bevande (oggi liquori) è quella di acquavite, dal latino aqua vitae, letteralmente acqua di vita.
Il termine si è poi evoluto in Whiskey, anglicizzazione del gaelico uisge, che significa semplicemente acqua.
Le diversificazioni possibili per ottenere questo tipo di bibite sono innumerevoli.
Ad esempio, liquori come il Brandy o il Cognac derivano dalla distillazione del vino, mentre il Gin e la Vodka si ottengono dal riso e dalla birra.
Con la fermentazione del succo di mela o pera si produce l’idromele, molto amato nelle regioni settentrionali dell’Europa, che una volta fermentato dà vita ad un liquore che prende il nome di Calvados e che viene prodotto in Normandia.

Ci sono poi i vari distillati ottenuto da erbe aromatiche, e che di tali erbe conservano l’aroma e il profumo: le bevande alcoliche che ne derivano sono ad esempio il Centerba italiano o il Chartreuse francese.

Dalla distillazione di melassa e canna da zucchero si ottiene il liquore da sempre associato ai pirati, ovvero il Rum.
Il Rum era in effetti molto bevuto dai marinai e si poteva trovare a buon mercato nei locali dei Caraibi; ma è diventato famoso soprattutto perché menzionato nel famoso romanzo di Robert Louis Stevenson L’isola del tesoro.
I liquori si ottengono anche da frutti o agrumi basti pensare al celeberrimo Limoncello. Per ottenere un buon limoncello è fondamentale la qualità degli ingredienti utilizzati, ma questo vale anche per qualunque altro genere di liquore.

La varietà di liquori online che oggi si possono trovare in commercio è davvero sconfinata, ognuno può trovare il gusto e l’aroma che meglio gli si addice per assaporare in un sorso il piacere della vita.

Non è stato trovato nessun prodotto che corrisponde alla tua selezione.

0109133790